Avvocato Nicola Ricciardi: studi di settore, come verificarne la rappresentatività

Avvocato Nicola Ricciardi su studi di settoreNel caso in cui il campione adoperato per gli studi di settore non sia rappresentativo, l’Ente Impositore non può fare riferimento a una ricostruzione induttiva dei ricavi di un contribuente che ha un negozio.

L’Avvocato Nicola Ricciardi commenta la sentenza 2346/1/14 della Commissione Tributaria Regionale del Lazio inerente proprio a un caso del genere: una contribuente che gestisce un’attività commerciale ha ricevuto un avviso di accertamento basato sugli studi di settore, ma l’Amministrazione Finanziaria non può usare uno strumento poco rappresentativo.

La zona dove era collocato l’esercizio commerciale, infatti, era poco fruibile per i pedoni in quanto oggetto di lavori di scavo per la metropolitana e dunque meno redditizia rispetto ad altre.

Sulla base di tali argomentazioni, la Commissione giunge alla conclusione che risulta illegittima la pretesa riferita alla ricostruzione induttiva dei ricavi operata dall’Amministrazione Finanziaria sulla base degli studi di settore, basati sulla presunta antieconomicità della gestione qualora, in sede di contraddittorio, il contribuente abbia provato la mancanza di rappresentatività del campione utilizzato da parte dell’Ufficio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in avvocato nicola ricciardi, Comunicati & News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...